Santorini: una guida per visitarla (tutto quello che devi sapere)

Santorini sunset

Santorini è l’isola più meridionale dell’arcipelago delle Cicladi e il suo clima mediterraneo è molto piacevole tanto che si può iniziare a fare il bagno senza problemi già dalla metà di aprile fino alla metà di ottobre.

  • Quando: Da giugno fino ad agosto a Santorini è alta stagione. I turisti riempiono le strade di Fira e Oia, le spiagge sono affollate e i prezzi salgono un po’. Durante il giorno le temperature sono alte mentre la sera la brezza accarezza l’intera isola regalando sollievo ai tanti visitatori. Se desiderate visitare Santorini in questo periodo vi consigliamo di prenotare con largo anticipo. Ho visitato questa magnifica isola proprio in questo  momento dell’anno e la luce del sole che si riflette sul bianco delle case può essere un alleato  se siete appassionati di fotografia panoramica.
  • Cosa vedere : Oia, anche chiamato Ià, è probabilmente il più bello e pittoresco villaggio dell’isola. Le chiese dalle cupole splendenti e le abitazioni trogloditiche che sembrano sospese nel vuoto simboleggiano perfettamente la Grecia e appartengono ormai all’immaginario collettivo. Costruito in alto sul bordo della Caldera, ha piccoli vicoli, un panorama mozzafiato, curati negozi, graziosi musei, numerose gallerie d’arte e le rovine della fortezza veneziana tanto da rendere il villaggio di Oia un luogo unico e affascinante. Se siete amanti dello shopping e di solito evitate i classici souvenir turistici, consiglio di soffermarvi in questa zona per i vostri acquisti visto che ha i negozi piu’ chic dell’isola.Fira è il capoluogo di Santorini, anche chiamato Thira, ed è un piccolo villaggio dai caratteristici vicoli lastricati dove dominano i colori del bianco delle case, dell’azzurro delle porte e delle finestre e del blue delle cupole delle chiese. Fira si trova nella parte occidentale dell’isola, a 10 chilometri dal porto principale, e offre un gran numero di hotel, molti dei quali con piscina e splendida vista sul mare. Fira è l’unico centro di Santorini in cui si può vivere tutta la notte. Gli altri paesi sono più tranquilli, sia di giorno che di sera… senza dubbio i più romantici preferiranno Firostefani una frazioncina tranquilla, più a nord, proprio sulla strada panoramica.Il villaggio tradizionale di Imerovigli è una delle località più famose di Santorini anche grazie alla sua posizione sulla scogliera più alta dell’isola, lungo la costa occidentale. Costruito sulla cima della caldera, a quasi a 300 metri sul livello del mare, ha un panorama magnifico sui vulcani. Non lontano dal paese svettano le rovine della Fortezza di Skaros, costruita su un enorme roccia un tempo parte e capoluogo dell’isola e cuore amministrativo di Santorini.Posizionato lungo la costa sudorientale di Santorini, a 14 chilometri dal capoluogo dell’isola Fira, il villaggio Perissa possiede una stupenda spiaggia di sabbia nera lunga ben 8 chilometri, esposta al vento (come i ristoranti che vi si affacciano) e dominata a nord dalla montagna di Mesa Vouno, sito dell’antica fira. La spiaggia offre le migliori strutture per sport acquatici dell’isola con windsurf, sci nautico e molto altro.
  • Cibo:  piatto nazionale per eccellenza è la moussaka, un delizioso stufato preparato con melanzane, cannella, vino e carne, che si mangia come piatto unico, sia a pranzo che a cena. E ancora imeze, antipasti che di solito constano di formaggi, olive, keftedes (ovvero polpette speziate) esalsa tzatziki, fatta con lo yogurt e tradizionalmente legata al classico kebab turco.  Un altro piatto delizioso da non perdere a Santorini è il dolmades, uno stufato di carne insaporito con foglie di vite, e agvolemono, preparato con riso, pollo e uova. Non dimenticate inoltre che Santorini è un’isola e che quindi potrete godere di un lungo menù di cucina di mare, come frutti di mare, orate, spigoli, polipi, che potrete mangiare soprattutto nei molti ristoranti e locali che animano il lungomare.
  • Escursioni: La possibilità di effettuare visite guidate è garantita dalla miriade di piccole agenzie turistiche presenti in ogni villaggio dell’isola. Tuttavia, non pochi sono coloro che si avventurano, guida alla mano, per scoprire i piccoli grandi segreti nascosti dalla madre delle Cicladi .Uno dei tanti segreti è sicuramente celato tra i resti di un’antica civiltà, quella minoica, così tanto fiorente che più volte Platone la citò, chiamandola: “Atlantide”.

l “big boat trip” permette di navigare da un’estremità all’altra del bacino con soste al Faro, a Thirassia (la maggiore delle isolette, anch’essa abitata), Palea e Nea Kameni, quest’ultima emersa all’inizio del secolo, ma soprattutto la sosta principale è a Vulcano.

Qui è possibile fare un’esperienza davvero unica: gli Hot Springs, ossia tuffarsi in zone di mare che raggiungono temperature molto elevate per la presenza di sorgenti d’acqua sulfurea. Le escursioni possono poi terminare con rientro al vecchio porto o, meglio, procedere per il porto del villaggio di Oia, a nord.

Nonostante abbia fatto questo viaggio oramai circa 5 anni fa posso assolutamente dire che tra le varie mete che ho avuto la fortuna di visitare Santorini è una delle più belle e complete. Spero  che  l’atmosfera magica di quest’isola resterà intatta e che il turismo di massa sia ancora lontano dal contaminarla. Buon viaggio…

Santorni - Oia panoramic view

Santorini - oia sunset

Santorini - Oia church

Santorini - kamari beach

Santorini - island church

Santorini - Imerovigli terraces

Santorini - firostefani mill

Photo by CARMILLA83 visit her flickr

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>